Mondomarine, tecnologia e….

Tecnologia, infrastrutture, occupazione.

Per la struttura industriale del nostro comprensorio la formalizzazione della concessione ventennale a Palumbo Superyachts Savona Srl avvenuta ieri 14 settembre rappresenta sicuramente un importante punto d’approdo.

La concessione riguarda la banchina nord – est del bacino portuale (la sede dello storico cantiere “Campanella & Ascenso” ) per il mantenimento e l’uso del complesso per nautica da diporto per lo svolgimento dell’attività di costruzioni di nuovi yacht e di manutenzione/refitting per le unità da diporto presso la banchina nord-est del bacino portuale di Savona.

Si tratta dell’atto conclusivo in attuazione a quanto deliberato dal Comitato di Gestione del 7 maggio 2021.

Quello della Palumbo rappresenta ormai da anni un polo nautico d’importanza internazionale, con sede commerciale a Montecarlo e ben 8 impianti ad Ancona, Napoli, Messina, Malta (2), Marsiglia (Francia), Tenerife (Spagna) e recentemente a Rijeka (Croazia).

In questa occasione sottolineiamo verso le forze politiche e i sindacati tre questioni assolutamente decisive per lo sviluppo di questa iniziativa che arriva dopo tante travagliate vicende che hanno riguardato il nostro storico cantiere:

1) All’interno di un gruppo internazionale di questo tipo occorre il massimo di vigilanza al riguardo dello sviluppo tecnologico del cantiere;

2) Lo sviluppo tecnologico deve essere necessariamente collegato ad un’alta qualità della produzione sia nel campo della costruzione, sia della manutenzione. La nautica da diporto ormai si situa in un quadro di richiesta di eccellenza a questo proposito che deve essere assolutamente mantenuta e implementata;

3) Il tema dei livelli occupazionali non può essere sollevato soltanto nel senso del mantenimento dell’esistente: è dalla crescita del lvello tecnologico e della qualità della produzione che può venir fuori un incremento di manodopera (e di qualificazione della stessa) : fattore indispensabile per la nostra economia e vero tallone d’Achille per altre difficili situazioni da Bombardier e Piaggio.

Più in generale, proprio in un momento di confronto elettorale come quello che stiamo vivendo a Savona, è necessario ritornare sui temi delle infrastrutture ( pensiamo alla vicenda delle Funivie) , della connessione digitale e della comprensorialità rivolta soprattutto all’utilizzo delle aree industriali dismesse nel Vadese e in Val Bormida: tutti fattori fondamentali per una ripresa economica e sociale che deve realizzarsi attraverso l’accrescimento della capacità complessiva di presenza produttiva nella nostra realtà.

Lascia un commento

logo
Lista Sinistra per Savona

Elezioni Comunali Savona
3 e 4 ottobre 2021

Committente Responsabile: Maria Rita Zanella

Contatti

info@sinistrapersavona.it