Come ogni anno…..

Per  non dimenticare gli Anni 1992 e 1995

Ogni anno, da molto tempo, nell’approssimarsi della stagione autunnale, i cittadini che abitano nelle vallate a monte dei Torrenti Letimbro (Santuario – Lavagnola), e  Lavanestro (Montemoro – Maschio),vivono momenti di apprensione in quanto, conoscono  bene le  attuali insufficienti e precarie condizioni strutturali dei due Torrenti,

Fare gli interventi a fondovalle del Torrente Letimbro come c’è scritto nel Piano di Bacino della Provincia di Savona è corretto, ma è anche giusto, necessario e urgente fare gli altri interventi complementari lungo tutto l’alveo fino alla sorgente, secondo le prescrizioni del Piano,perchè come si è detto la Prima Circoscrizione come vastità rappresenta il 70% dell’intero territorio di Savona.

Altrimenti in caso di piena uguale a quella dell’anno 1992, si potrà verificare la stessa drammatica situazione,in quanto,avvengono esondazioni laddove esistano elementi di maggiore fragilità delle sponde, e mancanza di briglie che hanno la funzione di rallentare la corrente impetuosa durante la piena, ed evitare ulteriori erosioni sugli alvei dei Torrenti.

A fronte della grave analisi sopra descritta,chiunque vada a controllare il territorio in questione, si renderà conto di persona che:

*  Gli alvei del torrente Letimbro, ma anche del Lavanestro, (nonostante alcuni lavori di pulizia eseguiti) risultano ancora ingombri in modo anomalo di vegetazione arbustiva ed arborea, e di materiali lapidei accumulati nel tempo  nelle aste dei due Torrenti;

* Numerosi tratti di alveo necessitano di interventi strutturali urgenti, di regimazione longitudinale e trasversale sulle sponde instabili e quindi fragili , per  ripristinare le briglie distrutte dall’alluvione del 1992;

*  Si può constatare come, lungo i versanti e a ridosso degli alvei dei due Torrenti, sono presenti numerosi episodi franosi attivi risalenti al 1992, che oggi non hanno ancora avuto una benché minima e adeguata sistemazione sono in aumento.

* I lavori previsti e quantificati economicamente (4,5 Milioni di euro) nel Piano di Bacino del Letimbro,di pulizia e risagomatura degli alvei dei pericolosi Rii Lodo,Rostello, Albergo, Fossato,Cerreto, Acquabona, Pizzuta, Loriano, Orenga, Giribuoni, Canova, Carbonera, Caprina, Merlo, Porcheria, Risè, Rovei, San Bartolomeo del Bosco, Montemoro, Marmorassi, Repusseno. Pertanto, stando alla situazione attuale, le Istituzioni preposte ad eseguire i lavori necessari certamente li hanno dimenticati sulla carta del Piano.

* Le aree boscate risentono di un elevatissimo degrado,(causato dai parassiti che infestano gli alberi e li fanno seccare, in ultimo il pericoloso (“cinipide galligeno del castagno”), e sono particolarmente predisposte ad essere percorse da gravi incendi, i quali, quando si manifestano, producono forti quantità di legno bruciato, che viene poi trascinato a valle dai pericolosi rii secondari nei Torrenti principali, per effetto dalla violenza delle acque cadute durante i forti e repentini nubifragi.

* Per quanto riguarda un corretto presidio ambientale del bosco e della collina, assolutamente mancano nuove opere infrastrutturali viarie, utili per potenziare i collegamenti tra le vallate savonesi del Letimbro e del Lavanestro, e la vasta zona collinare compresa tra i nuclei di Cantagalletto, Ciatti, Cianetti, Fodellera, Maschio, Montemoro, Via alla Strà, Perdoni, Pietra Selvatica, Ponte della Capra, Santuario, Cimavalle, Sant’Agata, San Bartolomeo del Bosco, Marmorassi, Pian del Bue, Bric Schivà, San Nazario,  Via di Ranco per Naso di Gatto, Priocco, Palaiella, Villetta, in quanto oggi quelle esistenti sono molto trascurate e insufficienti sotto l’aspetto della sicurezza e della percorribilità, causa smottamenti di terra, massi e vegetazione, per cui, in caso di calamità, impediscono ai soccoritori di intervenire tempestivamente  per preservare l’incolumità fisica delle persone e delle cose. Pertanto, la realizzazione dei necessari equilibri fisici del  nostro territorio,su cui una Comunità si colloca, devono diventare prioritari per tutelare tutti gli abitanti.

Ulivi Roberto ex Presidente del Consiglio della Prima Circoscrizione del Comune di Savona.

Lascia un commento

logo
Lista Sinistra per Savona

Elezioni Comunali Savona
3 e 4 ottobre 2021

Committente Responsabile: Maria Rita Zanella

Contatti

info@sinistrapersavona.it